Cece ha tredici anni e nessuna voglia di andare a vivere con la madre, che non vede da un sacco di tempo e che per lei praticamente un estranea Ma suo padre deve trasferirsi in America per lavoro e cos lei si ritrova catapultata in un piccolo paese, dove i suoi compagni di scuola si conoscono fin dall asilo, tutti sanno tutto di tutti e non c molto da fare per salvarsi dalla noia Ma la tranquillit solo apparente Cece nota infatti che a scuola accadono cose strane, scherzi di cattivo gusto che sconfinano nella violenza, atti insensati di cui non si conosce l autore E comincia a sentir parlare di un terribile gioco, in cui i suoi compagni sono coinvolti e a cui finir per dover obbedire anche lei Un gioco mosso dalla vendetta, dominato dal terrore Dove l unico modo per vincere avere il coraggio di cambiare le regole Et di lettura daanni


2 thoughts on “The game